Giulio Ambroggio
La nostra Savigliano

Clicca qui per modificare il sottotitolo

Blog

visualizza:  completo / riassunto

SCUOLE

Posted by [email protected] on 22 febbraio 2017 alle 00.55 Comments commenti (44)

 

SCUOLE

 

Savigliano ha numerose scuole tutte estremamente efficienti e funzionali. Non dobbiamo però nascondere che ultimamente le nostre scuole superiori hanno qualche difficoltà: iscrizioni in calo o,perlomeno, non in crescita come avviene in altri comuni. E questo per vari motivi: ovviamente non per il livello culturale dei nostri istituti superiori che è molto alto, ma per una serie di cause, diciamo “esterne”: la concorrenza agguerrita di altre scuole e la loro invadenza soprattutto durante l’orientamento, il problema dei trasporti che deve essere assolutamente rivisto …

L’Amministrazione Comunale deve e può svolgere un ruolo attivo in favore delle nostre scuole: dalla revisione dei trasporti, all’uso dei locali comunali, allo svolgimento di un ruolo attivo nelle varie iniziative culturali.

Un esempio? Il salone dell’orientamento: deve essere basato sulla reciprocità. Cioè se le scuole saviglianesi possono andare anche nelle altre città, ben vengano le scuole vicine a reclamizzare le loro attività. Ma se le nostre scuole non possono andare a Fossano, Saluzzo, Cuneo ecc. (come avviene ora) vuol dire che il salone dell’orientamento saviglianese sarà riservato solo alle scuole saviglianesi.

 

MUSICA

Posted by [email protected] on 22 febbraio 2017 alle 00.55 Comments commenti (0)

MUSICA

Savigliano deve diventare “La città della musica”. Tra l’altro lo è già: infatti possiede numerosi sodalizi culturali musicali, la banda, il Fergusio, gli amici della musica, numerosi cori. Si tratta solo di armonizzare queste associazioni per far sì che, salvaguardando la loro autonomia, possano collaborare per poter varare, assieme, un programma annuale musicale che sia di riferimento per le altre città. Savigliano dovrà avere una stagione musicale di primo livello e il Muratori Cravetta potrebbe diventare il Tempio della Musica, ossia un luogo dove le varie associazioni e cori trovano la loro sede naturale e possano collaborare in modo concreto.

URBANISTICA

Posted by [email protected] on 22 febbraio 2017 alle 00.50 Comments commenti (0)

 

URBANISTICA

 

La domanda, per quanto concerne l’urbanistica è: Savigliano necessita di un nuovo piano regolatore? E a questa domanda si deve rispondere tenendo presente la situazione attuale con la crisi economica che continua a flagellare il nostro Paese, l’edilizia ferma, circa mille alloggi sfitti in città. A questa domanda si deve rispondere collettivamente, cioè non deve solo essere l’Amministrazione a rispondere ma le associazioni di categoria e cittadini tutti.

Comunque sia, il futuro urbanistico di Savigliano dovrà avere due punti fermi: un non deciso al consumo di nuovo territorio e un no altrettanto deciso alla costruzione di grattacieli. Le case saviglianesi, per tradizione, sono sempre state limitate in altezza dando in questo modo una visione armonica della città: continuiamo così.

Invece si dovrà prevedere un vasto piano di recupero o di rifacimento di immobili già esistenti, ristrutturazione delle case del centro storico che dovrà essere incentivata e varare un piano colore che renda la città più esteticamente omogenea.

 

 

 

 

 

 

ECOLOGIA

Posted by [email protected] on 22 febbraio 2017 alle 00.50 Comments commenti (0)

 

ECOLOGIA

Spiace dirlo ma Savigliano non è una città molto pulita. La colpa? Innanzitutto di quei cittadini che non rispettano le regole e buttano l’immondizia a caso senza fare la separazione dei rifiuti come quasi la totalità dei saviglianesi fa. Quindi occorre intensificare su questo la sorveglianza, magari piazzando altre telecamere nei punti più critici e poi multare senza se e senza ma i trasgressori.

E a proposito di rifiuti la raccolta deve essere fatta di notte o al massimo al mattino presto, come avviene il tutte le città del mondo.

Bisogna rivedere la raccolta porta porta che funziona, sicuramente, ma deve essere perfezionata. Un sacchetto di indifferenziata di fronte ad una casa monofamiliare non dà fastidio a nessuno. I sacchetti dell’indifferenziata di fronte ad un condominio di sessanta famiglie sono un grosso problema. Si deve trovare il modo di risolverlo anche per evitare che si attirino i topi, che altri animali rompano i sacchetti e disperdano i rifiuti, cosa che, purtroppo, spesse volte accade.

Altro problema di difficile soluzione è quello dei colombi: ce ne sono troppi con tutti i disguidi che questo comporta. Bisogna assolutamente intervenire per evitare danni, inevitabili, alle persone e alle cose, soprattutto nel centro storico.

Sarebbe bello poi riprendere la vecchia proposta che era stata avanzata ai tempi della costruzione degli argini del Macra: costruire un vero e proprio parco fluviale del Macra, analogo, ad esempio, a quello bellissimo che è stato costruito lungo il Ticino. Questa idea non deve assolutamente essere accantonata.

 

 

 

OSPEDALE

Posted by [email protected] on 22 febbraio 2017 alle 00.45 Comments commenti (0)

 

OSPEDALE

 

L’Amministrazione Comunale non ha competenze specifiche sulla Sanità: a parte il fatto, assolutamente non secondario, che il Sindaco è responsabile della salute dei cittadini.

Precisato ciò penso che compito dell’Amministrazione, qualunque essa sia, è quello di difendere a spada tratta il nostro ospedale mettendo in campo un sano campanilismo. Prima di tutto occorre respingere la proposta dell’ospedale Savigliano-Saluzzo a Lagnasco. Il nostro territorio un ospedale efficiente ce l’ha già ed è il Santissima Annunziata di Savigliano.

Poi sui deve aprire, come si dice in gergo, un “tavolo permanente” con la Regione, da cui dipende la Sanità, per impedire che il nostro ospedale venga svuotato in favore di Mondovì e Verduno.

A questo riguardo dobbiamo essere in grado, su ogni punto, di fare delle proposte concrete e alternative. Non basta dire no. Per fare ciò sarà utilissimo, anzi, indispensabile il supporto degli operatori sanitari: medici, primari, infermieri, impiegati; cioè occorre il contributo di coloro che, lavorandoci ogni giorno, conoscono il nostro ospedale in tutte le sue pieghe. Bisogna quindi preparare una sorta di “carta” delle rivendicazioni da fare alla Regione, che sia seria, credibile e poi, un po’ alla volta, si deve cercare di concretizzare il progetto.

E’ per questo che indispensabile sarà il contributo della nostra Associazione Amici dell’Ospedale che da alcuni anni opera in favore del SS. Annunziata con ottimi risultati.

 

SOLIDARIETA'

Posted by [email protected] on 21 febbraio 2017 alle 13.00 Comments commenti (0)

SOLIDARIETA’

 

Anche in questo campo partirei dal già esistente, cioè dalle strutture che già ci sono e da tutte le numerose associazioni di volontariato che operano in campo sociale. Devono essere ulteriormente valorizzate e il Comune deve svolgere il fondamentale ruolo di collegamento e coordinamento. Un esempio: bisogna fare, secondo me, un solo banco alimentare, gestito da tutte le associazioni che si alternano ion modo che tutti i giorni il banco sia aperto e possa prestare un servizio più intenso.

Ma al di là di questo, quali sono le priorità in campo sociale a Savigliano? Penso che la priorità assoluta sia la casa. Ci sono in città circa mille alloggi vuoti, ma questo resta un capitolo chiuso: vivendo in un regime di proprietà privata non è possibile costringere i proprietari di immobili ad affittare gli alloggi. E allora? Cominciamo dalle case pubbliche vuote. Mi spiego: alla stazione ci sono sei alloggi disabitati. Quando i vigili urbani lasceranno la casa di via Meucci, di proprietà della Telecom, avremo un’altra casa vuota. E allora? Il Comune deve subito cercare di aprire una trattativa con questi enti, ferrovie dello Stato e Telecom, per farsi dare in comodato d’uso questi locali che le sopraccitate aziende non usano assolutamente e che per la nostra comunità sarebbero utilissimi. Per esempio potrebbero diventare case d’emergenza per chi è sfrattato o, avendo perso il lavoro, non è più in grado di pagare un canone a prezzo di mercato.

 

ENTE MANIFESTAZIONI E PRO LOCO

Posted by [email protected] on 21 febbraio 2017 alle 13.00 Comments commenti (0)

ENTE MANIFESTAZIONI E PRO LOCO

 

L’Ente Manifestazioni è per la nostra città una vera e propria risorsa: dobbiamo difenderlo a tutti i costi definendo bene le sue competenze e i suoi incarichi. Stessa cosa si deve fare con la Pro Loco. Si devono cioè stabilire con precisione i compiti: quali manifestazioni organizza l’Ente e quali la Pro Loco e poi, tra i due, ci deve essere collaborazione e devono essere definiti i contributi che il Comune deve erogare. Questi due sodalizi devono essere una risorsa per la nostra città: non è pensabile organizzare manifestazioni senza Pro loco o Ente Manifestazioni.

 

MUSEO FERROVIARIO

Posted by [email protected] on 21 febbraio 2017 alle 13.00 Comments commenti (0)

MUSEO FERROVIARIO

 

Rappresenta per Savigliano una grande opportunità. La prima cosa da fare è chiedere che venga modificato lo statuto del Museo che deve assolutamente prevedere nel Consiglio di Amministrazione un rappresentante della Città di Savigliano, sede del Museo.

Poi bisogna inserirlo nei circuiti turistici provinciali e regionali ed organizzare iniziative atte a far conoscere il museo ovunque. Un esempio potrebbe essere quello di far diventare il Museo Ferroviario centro di riferimento per tutti i collezionisti di modellistica di treni e non solo, con manifestazioni periodiche su questo argomento.

Non ultimo, bisogna mettere un po’ d’ordine nei cortili adiacenti al Museo stesso: le erbacce non sono un bel biglietto da visita.

 

SPORT

Posted by [email protected] on 21 febbraio 2017 alle 13.00 Comments commenti (0)

SPORT

 

A Savigliano è possibile praticare quasi tutti gli sport. Esistono belle strutture che ci sono invidiate dalle altre città. Abbiamo due palazzetti dello sport (cosa rarissima per una città di 21471 abitanti), tre campi di calcio più l’antistadio del Morino, sei campi da tennis di cui uno coperto, un bocciodromo coperto che è sicuramente uno dei più belli del nord Italia, due bocciofile inserite nel verde in centro città, più le varie palestre. Ma tutto questo non basta. Il problema delle strutture sportive è fortemente sentito da coloro che praticano sport e dalle varie società. Sicuramente uno dei problemi è che le società sportive sono troppe e continuano a moltiplicarsi. Siamo già arrivati a quattro società di calcio, ve ne sono due di basket, due di pallavolo, due di bocce.

Vista la situazione il principale problema che avrà di fronte la prossima amministrazione per quanto riguarda lo sport sarà quello di razionalizzare il più possibile cercando di contenere i costi e fare in modo che il maggior numero di utenti possa usufruire delle strutture cittadine. Cominciando, ovviamente, a privilegiare i saviglianesi. Come ciò si debba fare lo si dovrà costruire insieme con le varie società e non dovrà essere imposto dall’alto.

Importante popi sarebbe proporre un evento di grande rilievo finalizzato ad attirare nella nostra città gli sportivi. Ma anche questo deve essere costruito con le varie associazioni.

 

LAVORI PUBBLICI

Posted by [email protected] on 11 febbraio 2017 alle 04.40 Comments commenti (0)

La priorità, per quanto riguarda i lavori pubblici, è quella di ultimare gli argini del Mellea. A questo riguardo bisogna dire che un ottimo lavoro è già stato fatto dalle precedenti amministrazioni: si tratta completare l’opera nell’ultimo tratto che rimane.

L’altro problema importante è quello del centro storico. Un vero e proprio gioiello che deve essere valorizzato al massimo fino a diventare una sorta di “museo a cielo aperto”.

Per fare ciò si deve approntare un progetto complessivo di recupero e valorizzazione del nostro “cuore cittadino” che vada dalla pavimentazione, all’illuminazione, alla viabilità, al problema cronico dei parcheggi.

Tanto è già stato fatto: ad esempio il recente recupero di piazza Turletti: ma non basta. Si deve, un po’ alla volta, procedere con un intervento complessivo ed omogeneo frutto di progetto condiviso da tutti: residenti e commercianti.

 


Rss_feed