Giulio Ambroggio
La nostra Savigliano

Clicca qui per modificare il sottotitolo

Blog

COMINCIAMO DALLA CULTURA Pt.2

Posted by [email protected] on 03 febbraio 2017 alle 03.20 Comments commenti (0)

COMINCIAMO DALLA CULTURA

PARTE 2

Museo Il nostro è un museo civico, cioè che racconta pezzi di vita della nostra comunità. Bisogna fare in modo che i visitatori aumentino giocando anche sul fatto che annessa al nostro museo c’è la gipsoteca che, nel panorama museale italiano, è una vera e propria rarità.

Indispensabile quindi creare eventi di qualità, sulla scia di quanto già fatto finora, che attirino un maggior numero di visitatori.

Archivio storico: il primo intervento da fare, prioritario, è reperire lo spazio per una ampia sala di consultazione con tavoli grandi in modo che si possano mettere su i faldoni che sono, di norma, molto grandi e pesanti. Creare cioè un luogo idoneo in modo che diversi studiosi possano contemporaneamente essere presenti ed usufruire dell’archivio.

COMINCIAMO DALLA CULTURA Pt.1

Posted by [email protected] on 03 febbraio 2017 alle 03.20 Comments commenti (0)

COMINCIAMO DALLA CULTURA

Qualcuno ha detto che “con la cultura non si mangia”. Non è vero. La cultura serva, ovviamente, a migliorare le persone ma, se usata con intelligenza, può anche essere uno strumento di crescita economica.

E veniamo a Savigliano. Per la nostra città io partirei dal già esistente. Cioè dai servizi culturali che abbiamo e che funzionano molto bene: Museo, biblioteca civica, archivio storico. Si tratta ovviamente di migliorarli e di portare alcuni correttivi. Ma andiamo con ordine.

Parte 1:

Biblioteca Civica: ha un grosso problema: si devono ampliare le sale di lettura e creare uno spazio bimbi dove essi possano stare tranquilli senza disturbare gli altri utenti. Questo va ovviamente visto nel contesto più generale della ristrutturazione del “Dario Pini” che deve diventare un vero e proprio tempio della cultura. A parte questo fatto “tecnico” la biblioteca di Savigliano funziona molto bene. Un’altra proposta è quella di collegare la nostra biblioteca con tutte le altre esistenti nella città. Adesso, per esempio, posso sapere i libri che ci sono nella biblioteca di Ovada e non posso sapere quelli che ci sono nella biblioteca del Liceo.